top of page
Cerca
  • Matteo Mannelli

Trattamenti parquet rovere: quali sono i migliori?


trattamenti parquet rovere a firenze

Si riconosce immediatamente una casa o un negozio in cui è presente il parquet per via della bellezza unica degli ambienti: la presenza del parquet, infatti, rende ogni stanza elegante e raffinata e assieme a questo fa sì che l’atmosfera circostante trasmetta un senso di calore e accoglienza.


Questo fascino naturale del parquet vale soprattutto per il parquet di rovere, uno dei legni più pregiati e nobili con cui realizzare un pavimento. Ma lo splendore del parquet di rovere è dovuto non solo alle caratteristiche intrinseche del legno, ma anche ai trattamenti che gli vengono applicati. Oggigiorno il settore offre tanti tipi diversi di trattamenti per parquet di rovere: in questo articolo vediamo quali sono i migliori.


Trattamenti parquet rovere


Per maggior chiarezza, definiamo cosa intendiamo con trattamenti per parquet di rovere. In questo articolo, con trattamenti per parquet di rovere intendiamo le finiture, ovvero quei trattamenti che riguardano la superficie del parquet, sopra la quale vengono applicati dei prodotti per proteggere o colorare il legno. Oltre alle finiture ci sono anche le lavorazioni che, invece, sono trattamenti per parquet di rovere che consistono in operazioni effettive sul legno volte a modificare le caratteristiche fisiche ed estetiche della sua superficie.


Trattamenti parquet rovere: finiture


Ci sono tre tipi di finiture: a olio, a vernice e a cera. Partiamo dall’ultima: questo trattamento per parquet di rovere prevede l’applicazione di cera sulla superficie del legno a fini protettivi. Però, la cera è molto delicata e la sua azione protettrice è debole e per questo motivo dev’essere eseguita una volta al mese. Quindi, questo tipo di trattamento per parquet di rovere richiede un lavoro costante e a causa di ciò ormai è una rifinitura poco usata, quasi scomparsa.


Invece, è molto apprezzata la finitura a vernice: questo trattamento per parquet di rovere prevede l’applicazione di uno o più strati di vernice sul legno con lo scopo di creare una pellicola protettiva che difende il parquet da graffi, urti, bozzi e altri tipi di sollecitazioni. Per questa finitura si possono usare tre tipi diversi di vernice: per chi desidera un parquet dall’effetto lucido e plastico, allora può optare per le vernici a solventi, le quali creano sulla superficie una pellicola vetrificata. Se, invece, desiderate un parquet dall’aspetto naturale, il consiglio è di usare le vernici ad acqua, che hanno anche il vantaggio di non produrre emissioni inquinanti, cosa che accade con le vernici a solvente. Una via di mezzo fra questi due trattamenti per parquet di rovere è data dalle vernici oleuretaniche.


L’altro tipo di trattamento per parquet di rovere molto richiesto è la finitura ad olio: a differenza di quella a vernice, la finitura ad olio non crea una pellicola protettiva sulla superficie, ma agisce direttamente all’interno del legno. Infatti, questa finitura prevede l’uso di una miscela di oli naturali o sintetici di cui viene impregnato il parquet ottenendo due effetti: a livello estetico, questa trattamento per parquet di rovere fa sì che il legno trasmetta una sensazione di calore e naturalezza, valorizzando le sue venature e rendendo i colori più profondi e brillanti; dal punto di vista performativo, invece, la finitura ad olio ha una funzione protettiva che rende il parquet idrorepellente e allo stesso tempo nutre il legno in modo tale da allungarne la vita.


Questo tipo di trattamento per parquet di rovere presenta un vantaggio unico: la grande resistenza ai graffi. Infatti, un parquet di rovere trattato ad olio si graffia molto difficilmente e anche laddove accade è possibile risolvere il problema in poco tempo: vi basterà ripassare l’olio con un panno sulla zona danneggiata e il graffio andrà via.

68 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page