top of page
Cerca
  • Matteo Mannelli

Parquet antichi: caratteristiche e esempi


parquet antichi firenze

Una delle caratteristiche principali della bellezza estetica del parquet è data dall’aura nobile che sprigiona, rendendo ogni ambiente caldo e familiare, oltre irradiare eleganza e raffinatezza attorno a sé. Queste caratteristiche si ritrovano ancora più esaltate nei parquet antichi. Potrà sembrare strano ma i listelli in legno di cui sono costituiti i parquet antichi col tempo non perdono il loro splendore, anzi diventano ancora più belli.


Questo avviene perché i parquet antichi sono realizzati con legni duri, pregiati e di alta qualità come il ciliegio, il noce e la quercia. Inoltre, per i parquet antichi vengono scelti e impiegati legni vecchi, con un’età che va dai decenni fino ad arrivare ai secoli. Ma chiamare “vecchi” questi legni non gli rende onore: questi legni, infatti, sono pregni di storia e vengono spesso recuperati da precedenti usi. Questo vuol dire che i parquet antichi sono doppiamente eco-sostenibili: primo, perché sono fatti di legno; secondo, perché sono fatti di legno recuperato, che sennò sarebbe andato sprecato, perso o distrutto per sempre.


Parquet antichi: caratteristiche


I parquet antichi sono l’ideale per chi ricerca un contatto con il passato, per chi vuole una casa che racconti una storia importante. I listelli di legno recuperato di cui sono fatti i parquet antichi si portano dietro la loro vita: i parquet antichi, infatti, si riconoscono per la patina che si è formata sulla loro superficie, una patina data dall’usura del tempo, dai graffi, dai cambi di colore e tutti gli altri segni che sono rimasti sulla pelle dei parquet antichi. Questo, però, non li impoverisce, anzi dona a ciascuno di loro un aspetto unico e storico.


Una delle caratteristiche molto interessanti dei parquet antichi è che essendo costituiti da legni di recupero, solitamente questi ultimi hanno misure diverse da quelle standard di oggi. Così, potrete avere parquet antichi con listelli di diverse dimensioni, a volte più lunghi a volte più stretti rispetto a quelli usati oggi, visto che lunghezza e larghezza cambiano a seconda delle mode e degli stili del tempo.


Per tutti questi motivi, i parquet antichi sono considerati vere e proprie opere d’arte della decorazione e dell’arredo degli ambienti. Questo è reso ancora più vero dalla frequente presenza di raffinati intarsi sui parquet antichi: prima, infatti, il parquet era usato soprattutto per le residenze più nobili e gli artigiani incaricati del lavoro erano maestri dell’intarsio. Grazie a questo, oggi sui parquet antichi si possono trovare mosaici, disegni floreali e figure geometriche che arricchiscono il legno.


Parquet antichi: esempi


Fra gli esempi di parquet antichi che si trovano più spesso sono quelli realizzati in larice, abete e rovere, dato che questi erano alcuni dei legni più usati nei secoli passati, soprattutto in Europa. Questi legni, infatti, vengono recuperati da vecchi parquet, ma anche da botti e altri oggetti fatti di legno.


Un fattore che rende unici i parquet antichi è che col passare dei decenni e dei secoli, i legni di cui sono costituiti hanno subito variazioni di colore uniche, ognuna dettata dalla specifica storia di quel legno e degli effetti delle particolari condizioni ambientali e climatiche a cui è stato sottoposto. Questo non fa altro che aumentare l’aura di autenticità e il carattere dei parquet antichi.


Prima di chiudere va ricordato che il legno è un elemento sensibile e questo significa che per usare i parquet antichi in totale sicurezza se ne deve avere una cura attenta e costante. In particolare, capita che i legni di recupero abbiano delle parti danneggiate, motivo per cui, prima di essere usati per creare parquet antichi, questi legni vengono restaurati tramite operazioni di conservazione come la lucidatura, la levigatura e altri tipi di riparazioni.








4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page