top of page
Cerca
  • Matteo Mannelli

Schema posa parquet: guida ai disegni e alle tecniche


schema posa parquet

Avere un pavimento in parquet rende la casa unica: il parquet, infatti, grazie alla sua essenza legnosa sprigiona un’area di eleganza che rende ogni ambiente raffinato, e allo stesso tempo l’atmosfera diventa più calda e accogliente.


Questo è il potere magico del parquet.


Sul mercato, però, si trovano tanti tipi diversi di parquet: uno degli aspetti fondamentali del pavimento in legna è il suo schema di posa, ovvero in che modo i listelli di parquet vengono installati.


Lo schema di posa non riguarda solo la direzione, perché con la giusta tecnica si possono anche creare disegni geometrici ed estetici che rendono un parquet un pezzo unico nel suo genere.


Per aiutare ad orientarvi fra le tante possibilità diverse, in questo articolo trovate una guida a disegni e tecniche dello schema di posa del parquet, con un elenco di quali sono i più amati e apprezzati sul mercato.


  • Diritta accostata: questo tipo di schema di posa è il più classico perché prevede che i listelli di forma rettangolare siano posti fra loro parallelamente. La disposizione in parallelo fa sì che questo disegno sia molto regolare, caratteristica che lo rende adatto ad ambienti di vario tipo, sia di gusto industriale che contemporaneo; inoltre, proprio per la sua regolarità, lo schema posa diritto accostata si adatta bene anche ad ambienti irregolari, creando un effetto di uniformità e omogeneità degli spazi.


  • Spina di pesce: uno schema di posa molto famoso e apprezzato è quello a schema di pesce, in cui i listelli sono posizionati in moda tale da creare un angolo tra di loro. Le varie tipologie di posa a spina di pesce si differenziano fra loro in base all’ampiezza dell’angolo che c’è fra i listelli. Ad esempio, la posa a spina di pesce italiana si differenzia dagli altri perché l’angolo formato fra i listelli è di 90 gradi, mentre quella ungherese ha un angolo di 60 gradi. Esiste anche la spina di pesce francese, nella quale l’angolo fra i listelli è di 45 gradi. In base all’ampiezza degli angoli varia l’effetto che il disegno del parquet genera sull’ambiente: con angoli ampi, si ha una percezione dello spazio che fa sembrare più grandi le stanze, mentre angoli stretti danno maggiore dinamicità agli ambienti.


  • Cassero irregolare e regolare: questo tipo di schema di posa è l’ideale per chi ricerca un effetto di asimmetria eirregolarità. Nel cassero irregolare, infatti, i listelli si distinguono perché hanno la stessa larghezza ma sono di lunghezze diverse; inoltre, questo elemento di asimmetria viene accentuato installando in posizioni irregolari le giunzioni di testa. Questo disegno è perfetto per creare un ambiente creativo ed originale.

Anche il cassero regolare presenta un disegno molto originale: in questo schema di posa, infatti, i listelli hanno stessa lunghezza e larghezza, ma le file di doghe sono installate in modo sfalsato fra loro. Questa sfalsatura è posta in modo da creare una continuità ritmica e geometrica del disegno sul parquet, fattore che rende ogni ambiente molto ordinato e regolare.


  • A cassettoni: questo tipo di schema di posa prende il nome dal fatto che prevede l’accostamento di grandi moduli quadrati costituiti a loro da listelli di altro tipo. Grazie a questa tecnica, il parquet crea disegni con geometrie molto estetizzanti, ideali per chi vuole decorare le proprie stanze con gusto e raffinatezza.

64 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Kommentare


bottom of page