Cerca
  • Matteo Mannelli

Problemi al Parquet Flottante? Ecco Come Risolverli



Il parquet flottante oggi è molto apprezzato e usato per la sua posa che presenta una maggiore praticità e minor invasività rispetto al parquet realizzato con colla o chiodi.


Questa tecnica, infatti, non si basa sull’impiego di questi materiali, ma solo sulla perfetta combinazione di incastri dei listelli chiamata maschio-femmina.


Una volta che i listelli sono stati posati, basterà posarli sul pavimento per ottenere il nostro stupendo ed elegante parquet in legno.


Grazie al foglio di materiale isolante posto fra suolo e legno, il parquet flottante garantisce tanti vantaggi: i suoni vengono attutiti così da avere una minore rumorosità in casa e anche la risalita dell’umidità viene bloccata.


Infine, dato che col parquet flottante non si usa alcun tipo di colla, la nostra casa sarà maggiormente ecologica ed anche più sicura per la salute di chi ci vive visti i problemi che a volte vengono causati dalle sostanze chimiche usate per la realizzazione del parquet.


Problemi al Parquet Flottante


Purtroppo, però, il parquet flottante non ha solo vantaggi, ma presenta anche dei problemi. Vediamo quali:

  • Spazio tra pavimento e massetto: usando il parquet flottante, fra pavimento e massetto si avrà uno spazio vuoto dove tendono ad insediarsi piccoli insetti e altri animali;

  • Infiltrazioni: in realtà, il rischio di infiltrazioni d’acqua riguarda tutti tipi di parquet, ma per quanto riguarda il parquet flottante, un’infiltrazione d’acqua può rappresentare un problema maggiore. Questo perché tale tipo di pavimento in legno è realizzato solo tramite l’incastro preciso dei listelli e ciò rende più difficile la riparazione l’eventuale danno creato dall’acqua;

  • Spessore/grandezza minima: se volete usare il parquet flottante, allora dovete sapere che con questa tecnica non potrete usare tutte le grandezze a vostro piacimento. Questo perché la tecnica di posa flottante impone dei vincoli per la sua corretta realizzazione: per avere un parquet stabile che non presenta oscillazioni, dovete usare dei listelli lunghi almeno 14 cm e spessi 1/1,5 cm. Questo significa che la vostra scelta circa le forme e i tipi di listelli sarà limitata.


Ecco Come Risolvere i Problemi al Parquet Flottante


Purtroppo, questi problemi sono strutturali, ovvero dipendono dalle caratteristiche stesse ed essenziali del parquet flottante. Nel caso il vostro parquet flottante presentasse dei problemi o subisse dei danneggiamenti, si può comunque intervenire per risolverli.

  1. Eliminare segni profondi: se sul vostro parquet flottante si sono formati dei segni profondi nel legno, allora potete coprirli con della cera colorata in stick e poi lucidarla con un panno di lana. In questo modo i segni scompariranno;

  2. Sostituire un listello: se un listello del parquet flottante si rovina, potete sostituirlo rimuovendolo e inserendone nell’incastro uno nuovo. Per la rimozione aiutatevi con uno scalpello da usare delicatamente;

  3. Ripristinare la lucentezza: normalmente succede che il legno tenda a usurarsi maggiormente e perdere lucentezza laddove il parquet viene più usato per camminarci sopra. In questo caso, intervenite con due mani di vernice vetrificante così da riportare la lucentezza del vostro parquet flottante agli antichi splendori;

  4. Pulizia: per mantenere nel tempo la bellezza e il calore del vostro parquet flottante è importante averne sempre cura, a partire soprattutto dalle pratiche più semplici. In particolare, bisogna assicurarsi di pulirlo in modo adeguato: per eliminare lo sporco vanno usati i prodotti appositi una volta al mese.

Ci sono problemi, però, che non sono di facile risoluzione: come abbiamo detto, nel caso del parquet flottante le infiltrazioni di acqua possono portare seri danni.


Infatti, quando il parquet si solleva a causa di un contatto diretto con l’acqua, di una stagnazione o dell’umidità, è probabile che per riportare il pavimento al suo stato normale sia necessario smontare tutte e ripetere la posa da capo.


Se vi trovate costretti a ricorrere a questa soluzione, assicuratevi di recuperare la maggior parte del legno possibile, così da evitare sprechi e risparmiare sui nuovi tasselli da acquistare.

27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti