top of page
Cerca
  • Matteo Mannelli

Posa parquet orizzontale o verticale, casistiche, materiali e come scegliere


posa parquet orizzontale o verticale firenze

Il parquet è uno dei tipi di pavimenti più venduti e apprezzati sul mercato: questo successo si deve alle sue caratteristiche uniche, in primis al fatto che un ambiente con parquet risulta molto più elegante e raffinato, ma allo stesso tempo genera calore e un’atmosfera accogliente.


Il parquet, infatti, determina in modo netto l’aspetto di qualunque stanza e per questo è importante scegliere bene la direzione in cui vengono posati i listelli di legno. In questo articolo vediamo le casistiche e i materialidella posa parquet orizzontale e verticale.


Posa parquet orizzontale: casistiche


Se si ha una casa grande e spaziosa con una pianta regolare, allora il consiglio è di procedere con la posa del parquet in orizzontale, anche detta listello a cassero perpendicolare.


Il classico esempio di questo tipo di ambiente è un grande salone come le sale da ballo e le sale di rappresentanza: in questi casi, grazie alla posa del parquet in orizzontale si ottiene un effetto unico che genera un’atmosfera di ampio respiro, dando l’apparenza di un ambiente ancora più spazioso.


Questa soluzione è l’ideale per chi ha a disposizione un grande salotto: con la posa orizzontale la casa sembrerà ancora più grande e accogliente.


Posa parquet verticale: casistiche


La posa parquet verticale, invece, è consigliata per un altro tipo di ambienti, ovvero quando si ha a che fare con stanze piccole, più strette e di forma rettangolare, come un corridoio.


Grazie alla posa verticale, infatti, si privilegia la dimensione lunga della stanza, cercando così di ingrandire gli spazi e dargli maggiore voluminosità.


Il rischio, infatti, è che se si usasse la posa orizzontale per ambienti di questo tipo, allora il risultato sarebbe un effetto che va a restringere e rimpicciolire ancora di più le stanze.


La posa in verticale del parquet è adatta anche per stanze con forme irregolari e squadrate, oppure per case che si sviluppano su più livelli.


In questi casi, il parquet posato in verticale dà un effetto di ordine e omogeneità alle stanze.


I tipi di posa in verticale più usati sono due: la spina di pesce e la spina ungherese, entrambi molto scenografici.


Posa parquet orizzontale o verticale: materiali da scegliere


Veniamo ora ai materiali da scegliere per questo tipo di posa del parquet.


Ovviamente, si può optare per l’essenza che più ci piace, visto che ognuna ha le sue caratteristiche estetiche e tecniche che la rendono un materiale unico e di alta qualità.


Però, come dicevamo, è importante scegliere il parquet più appropriato in base agli ambienti della propria casa e quindi è bene sapere che ci sono essenze più adatte alla posa del parquet in verticale e altre che invece vanno meglio con quella orizzontale.


Come abbiamo visto, la posa orizzontale si adatta a spazi ampi, più regolari e classici.


Per aumentare questo effetto, solitamente si scelgono essenze con tonalità chiare che generano un’atmosfera molto ariosa e dolce.


Per questo motivo, i legni più adeguati alla posa orizzontale sono il ciliegio e il faggio, così come la betulla e il larice.


Per quanto riguarda la posa del parquet in verticale, le essenze più adatte sono altre. In questo caso stanno meglio legni dai colori più scuri, forti e decisi come l’ebano e il mogano.


Per la posa verticale si preferiscono i colori scuri perché si adattano meglio agli spazi irregolari delle stanze e, infatti, in questi casi sono molto apprezzati anche i parquet con sfumature nere e color antracite.

54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page