Cerca
  • Matteo Mannelli

Perché il Parquet si Gonfia e si Solleva



Il vostro parquet di casa si è danneggiato e alcuni listelli si sono sollevati? La questione non è sicuramente piacevole, ma non disperatevi troppo presto. Se seguirete i nostri consigli potrete riuscire a riparare il danno e riavere in fretta il vostro amato pavimento in legno senza costi eccessivi. Ecco cosa fare se il parquet si solleva.

Il parquet si è sollevato e alcuni listelli sono gravemente danneggiati. Che fare?

Il primo consiglio è di buttare via il meno possibile: quando potete, recuperate. Anche se i listelli sono sciupati, è possibile riportarli alla forma originaria lavorandoli adeguatamente.

Se, invece, non potete fare altro che buttare via i listelli danneggiati, allora dovrete sostituirli con quelli nuovi. Proprio per questi casi, è sempre bene tenere in casa dei listelli in più così da averli già pronti.

Il problema principale sussiste nel caso in cui non abbiate nuovi listelli e non riusciate a recuperare quelli vecchi: qui l’unica cosa da fare è togliere tutto e posare da capo un nuovo parquet.

Prima di tutto bisogna capire quali sono le cause effettive del sollevamento del parquet. Solo dopo tale accertamento potrete intervenire per curare il “malato”. Vi anticipiamo che ricorrere a un professionista potrebbe essere la cosa migliore da fare così da poter lavorare al meglio, evitando sprechi e/o ulteriori problemi.

È noto che il “nemico naturale” del parquet sia l’acqua e l’umidità che porta, ma ci sono vari altri fenomeni che possono portare al sollevamento dei listelli di legno:

  • Difetti di fabbrica dei listelli;

  • Posatura sbagliata dei listelli;

  • Assenza della barriera a vapore (usata con parquet flottante), cioè lo strato intermedio che protegge il parquet dall’umidità;

  • Contatto diretto con acqua dato da una perdita o stagnazione (questo vale soprattutto nel caso di parquet incollato).


Quelle elencate sono solo alcune delle probabili ragioni per cui il parquet si solleva. Ce ne potrebbero essere delle altre.


Comunque sia, cercate di essere il più rapidi possibili nel capire quale sia la causa del danno, perché solo dopo averlo fatto potrete effettivamente intervenire.


Come già detto, vi consigliamo di contattare un professionista: certi lavori sono delicati e non è detto che le vostre capacità manuali siano adeguate.

Ma perché è così importante accertarsi della causa del danno? Non c’è un unico modo di risolvere il problema? Eh no! Ogni parquet ha le sue caratteristiche specifiche e lo stesso vale per ciò che ha danneggiato il legno. In questo modo, ogni situazione richiederà una specifica soluzione.

Qui vi elenchiamo due possibili modi di intervenire in due casi diversi:


  • Pavimento bagnato (per perdita o stagnazione): state molto attenti. Per risolvere questo problema è necessaria un’asciugatura graduale del parquet e per farlo vi consigliamo di affidarvi a dei professionisti. L’importante è evitare di asciugare il legno con una fonte di calore diretta perché questo danneggerebbe ulteriormente il danno. Un professionista, invece, sarà in grado di lavorare con la circolazione del flusso d’aria, tecnica più delicata, appropriata alla fragilità del legno;

  • Parquet flottante senza strato intermedio: in questo caso è necessario smontare tutto e ripetere da capo la posatura. Durante l’operazione, cercate di recuperare più legno possibile.

149 visualizzazioni
LABORATORIO PARQUET

Il legno è la nostra passione. Realizziamo preventivi gratuiti e senza impegno per ogni tipo di pavimentazione in legno che sia essa artigianale o industriale. Effettuiamo servizi di verniciatura personalizzata, piallatura, rifinitura sul posto, fornitura di parquet, posatura pavimento in legno e disegni personalizzati. 

PRODUZIONE PAVIMENTI IN LEGNO
PARQUET TOSCANA
PARQUET FIRENZE
PARQUET FIRENZE

Laboratorio Parquet

via cento fiori 40

Montelupo F.no

50056 

Tel 3496338976 info@dtprime.it 

DT PRIME S.r.l. - Partita IVA  06927860483 - N. Rea FI-666779 - Capitale sociale: euro 15.000,00 i.v. -  Tel 3496338976 - info@dtprime.it 

 cookies policy - privacy policy