Cerca
  • Matteo Mannelli

Parquet Trattato ad Olio: Cos’è e Quando Sceglierlo



Come tutti sanno, il parquet è unico: grazie alla sua naturalezza, allo stesso tempo, dona all’ambiente sia eleganza che calore, quella tipica e piacevole atmosfera di una casa accogliente, che fa sì che una casa sia proprio la casa.


Sul mercato potete trovare tanti tipi diversi di parquet, ma se del pavimento in legno amate e cercate soprattutto l’aspetto naturale, allora la soluzione ideale è il parquet trattato ad olio. Grazie all’olio, infatti, si possono esaltare le qualità più organiche del legno.


Il parquet trattato ad olio esalta il calore materico del legno, facendolo risplendere ancora più ‘vivo’.


L’olio, però, non fa solo questo: tra le sue qualità c’è anche quella di garantire una maggiore protezione del parquet, che sappiamo essere un elemento delicato.


Parquet Trattato ad Olio: Cos’è


Come già detto, il parquet trattato ad olio è perfetto per chi vuole avere un pavimento in legno dall’effetto molto naturale. Cerchiamo adesso di capire più nel dettaglio cos’è questo particolare tipo di parquet.


Un parquet trattato ad olio si riconosce dal tatto: il legno lavorato con l’olio, infatti, è molto piacevole al tocco delle mani grazie alla sua superficie morbida e liscia.


Anche l’occhio vuole la sua parte: il trattamento ad olio è molto consigliato nel caso di parquet artigianali, lavorati a mano, dei quali emergono i disegni del legno, i suoi movimenti, oltre alle lavorazioni eseguite dalle mani esperte degli artigiani.


Il parquet trattato ad olio, però, non si contraddistingue solo per il suo valore estetico, ma anche per la sua durevolezza: l’olio, infatti, si cura del legno proteggendolo dagli agenti esterni, in particolare dall’acqua, “nemico naturale” del parquet.


Di fatto, il parquet trattato ad olio è idrorepellente, in questo modo il pavimento in legno è meno esposto a pericoli e dura di più nel tempo.

Fatto fondamentale è che questa protezione creata dall’olio non genera alcun film, alcuna pellicola sulla superficie.


Così non si forma nessuno schermo visivo o tattile che potrebbe rovinare l’estetica del parquet, cosa che invece avviene quando il legno viene trattato con la verniciatura.


Grazie a questo, il parquet trattato ad olio rimane naturale e opaco, con venature e colori vivi.


L’olio e il legno generano un’unione naturale perfetta, in cui le qualità migliori del parquet vengono tutte esaltate: le sue irregolarità sprigionano calore nell’ambiente e i riflessi della luce creano giochi e disegni unici.

Parquet Trattato ad Olio: Quando Sceglierlo


Quando scegliere il parquet trattato ad olio? Per rispondere a questa domanda bisogna considerare due fattori: i gusti delle persone e gli usi per cui il pavimento in legno verrà usato, o per essere più precisi, gli spazi in cui verrà posato.

Come possiamo capire dalle sue caratteristiche, il parquet trattato ad olio è l’ideale per chi ama un ambiente caldo e naturale dove potersi sentire piacevolmente a casa, accolti come in un nido.


Ma non ci sono solo le qualità estetiche: il parquet trattato ad olio è molto liscio e questo lo rende perfetto per la camera da letto, uno spazio intimo dove spesso capita e piace camminare scalzi.


Allo stesso tempo, questo tipo di pavimento in legno ha una buona resistenza all’acqua e ai liquidi, così da poter essere usato anche in cucina; infine, questa resistenza fa sì che il parquet trattato ad olio possa essere posato senza problemi anche in salotto, uno spazio molto frequentato, dove capita che il legno possa subire dei leggeri graffi.


Il parquet trattato ad olio reagisce bene a questi piccoli urti e con un intervento specifico e localizzato potrete eliminare facilmente anche eventuali graffi più visibili.

143 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti